venerdì 9 febbraio 2018

Fandom di Anna Day - Review Party

Buonasera a tutti lettori e benvenuti, oggi vi parlo di Fandom di Anna Day, edito Dea Planeta (al prezzo di 6.99 euro in digitale e di 15.90 euro in cartaceo - potete acquistarlo qui)

37693702

Finalmente il gran giorno è arrivato, Violet è pronta. Pronta per incontrare gli attori che hanno portato sul grande schermo il suo romanzo preferito, La Danza delle forche. Violet lo sa recitare a memoria, ne conosce ogni battuta. Se potesse esprimere un desiderio, chiederebbe di poterci vivere dentro ed essere Rose, la protagonista perfetta. Dovendo fare i conti con la realtà, Violet si accontenta di presentarsi all’evento come cosplayer di Rose e mettersi in fila per l’autografo dei suoi idoli. Soprattutto per quello dell’attore che interpreta Willow, l’eroe più bello di sempre – darebbe ogni cosa per far colpo su di lui. Proprio nel momento in cui il ragazzo si complimenta con lei per il suo costume accade qualcosa di inaspettato. Un terremoto. Urla. Il buio. Violet riapre gli occhi e qualcosa è cambiato. Le guardie corrono ovunque impazzite. Ma è solo quando un proiettile colpisce Rose e la ragazza cade a terra esanime che Violet capisce. Capisce che adesso non è più solo a un evento in costume per appassionati di fantasy. Adesso quella è la realtà. Adesso lei è dentro la storia e la protagonista del suo romanzo preferito è appena morta. Violet ora può fare solo una cosa: prendere il suo posto, ripassare le battute e vivere la storia fino alla fine… E sperare che tutto vada come è stato scritto.

Questo è uno di quei romanzi che sono costantemente circondati da hype e buonissime recensione e che fanno arrivare le aspettative dei lettori alle stelle. Molti ne parlano come il romanzo dell'anno e io, che voglio sempre farmi una mia opinione a proposito dei romanzi, ho deciso che dovevo leggerlo e farvi sapere cosa ne pensavo (anche se a voi non fregava niente ahahahah). Iniziare il romanzo mi spaventava un po', visto il grande successo e per questo ho cercato di mantenere le mie aspettative molto basse per non rimanere poi delusa. La cosa è andata a mio favore visto che, nel complesso, il romanzo mi è anche piaciuto. 

La storia che la Day ci racconta è quella di Violet, una fan sfegatata della Danza delle forche , un romanzo distopico nel quale Violet sogna di vivere per incontrare Rose, l'eroina coraggiosa e bellissima e Willow, il ragazzo perfetto perfettissimo. Il sogno di Violet si realizzerà ma quella che si troverà davanti non è la realtà che si aspettava, è una realtà meschina, crudele, fatta di ipocrisia e maschere, una realtà imperfetta ben lontana da quella che Violet immaginava e amava. Nei panni della sua eroina Violet dovrà destreggiarsi in questa realtà parallela ostile per riportare a casa se' stessa, suo fratello e le sue amiche ma gli ostacoli sono in agguato e attendono solo il momento opportuno per mostrarsi!

Dal punto di vista stilistico la narrazione è molto semplice e lineare, senza troppi fronzoli, arricchita solo a tratti da termini tecnici e specifici. Per quanto riguarda la struttura della storia, l'ho trovata davvero ben fatta, soprattutto l'intrecciarsi e il districarsi dei filoni paralleli delle due storie, quella della Danza delle forche e quella di Violet. Ho apprezzato moltissimo il fatto che l'autrice abbia fatto intrecciare i due filoni stravolgendo completamente la storia per dare dinamicità ad un romanzo del quale Violet conosceva a memoria ogni singola parole e nel quale si sarebbe mossa con fin troppa semplicità. L'altra cosa che ho apprezzato è il fatto che, nonostante sia presente e bellissima (a mio parere) la storia d'amore non è al centro di questa storia, come spesso accade nei romanzi che vengon pubblicati ultimamente, di qualsiasi genere essi siano.

Per quanto riguarda il world building, l'ho trovato ben fatto, anche se mi ha ricordato moltissimo il contrasto tra l'interno e l'esterno della città di Divergent (la città vera e propria, Chicago, e i campi dei pacifici, per intenderci). Devo dire che la realtà creata dalla Day è ben struttura e molto valida dal punto di vista della credibilità. Anche il tema della bellezza innaturale, delle apparenze e dell'imperfezione mi è piaciuto moltissimo e trovo che sia rappresentativo della realtà nella quale viviamo oggi, una realtà che guarda le apparenze e nella quale chi non è standardizzato è, automaticamente, un outsider, un emarginato. Bellissime tematiche quelle affrontate dalla Day che con questa sua storia ci parla di sacrificio, di amore in tutte le sue forme e di accettazione degli altri e di noi stessi, una storia che ci invita all'integrazione e che ci insegna che spesso l'abito non fa il monaco e che non si giudica mai un libro dalla propria copertina, per quanto perfetta o imperfetta essa possa essere! 

Nonostante tutti questi aspetti positivi, non posso negare che il romanzo abbia alcuni punti negativi, come il fatto che, nell'epilogo della storia, l'autrice sia stata un po' confusionaria riguardo lo svolgimento degli avvenimenti e le emozioni dei protagonisti. Il finale è abbastanza scontato e la sottoscritta lo aveva capito ancor prima di iniziare a leggere il romanzo ma, nonostante questo, è un romanzo consigliatissimo che dovreste leggere se amate i fantasy ya con un bel tocco di distopismo che non guasta mai!

Cosa ne pensate? Lo avete letto?
Al prossimo post,
Nali <3

1 commento:

  1. Anche io ho letto Fandom in anteprima :) Mi è piaciuto molto. Per quanto riguarda il finale, è vero, si capisce quasi subito ma credo sia una scelta dell'autrice (almeno spero ahahahah)

    RispondiElimina

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!